L’allenamento addominale: segreti e avanguardie

L’allenamento addominale

Gli addominali ipopressivi

Abdominales hipopresivos”, letteralmente “addominali ipopressivi”, consistono in una nuova tecnica molto in voga in Spagna e nei Paesi dell’ America Latina, basta digitare queste 2 parole nel motore di ricerca su Youtube per visualizzare i numerosi video sull’argomento e potersi così rendere conto dei principi di base di questa speciale tecnica, il cui obiettivo è la creazione di un addome perfetto.

Per praticare correttamente questi esercizi è necessario stare in posizione eretta ed assumere una postura corretta, ossia con la colonna vertebrale in posizione “neutra” (che permetta di rispettare l’assetto naturale e fisiologico della colonna e, allo stesso tempo, coniugare stabilità e mobilità).

Le mani vengono portate sui fianchi cercando di stare il più dritti possibile. Si contraggono il più possibile gli addominali continuando a respirare e portando dunque la muscolatura della pancia in profondità, cercando metaforicamente di schiacciare l’ombelico sulle vertebre lombari durante l’espirazione, questa tecnica è anche definita come “contrazione viscerale”. Si rimane in questa posizione il più possibile. Dopo almeno 3 ripetizioni è possibile praticare gli addominali ipopressivi piegando il busto in avanti e rimanendo per alcuni secondi in questa posizione per poi ritornare nella posizione iniziale. In questo modo è possibile aumentare il tono muscolare nella zona pelvica.

Origini

In realtà questa è una tecnica molto antica che deriva dalla tradizione indiana ed è chiamata Uddiyana Bandha & Nauli Kriya, che a sua volta afferisce alle tecniche dell’ Hatha Yoga. Rispetto all’esecuzione degli esercizi addominali classici, questa tecnica non comporta alcuno sforzo dei muscoli dorsali e del tratto cervicale. In soggetti sani, senza particolari patologie che riguardano gli organi interni, non esistono particolari controindicazioni nell’esecuzione degli addominali ipopressivi, tuttavia risulta opportuno eseguirli a stomaco e vescica vuoti.

retto-delladdome

Oggigiorno si pone sempre più attenzione all’allenamento della zona addominale, non solo per motivi estetici e per la riduzione del giro-vita, ma anche e soprattutto per motivi funzionali, infatti una buona muscolatura addominale consente di avere una buona postura prevenendo così il caratteristico mal di schiena dovuto ad iperlordosi lombare.

Probabilmente la traduzione dallo spagnolo di “hiporesivos” in “ipopressivi” non è molto precisa, potrebbe trattarsi di un “falso amico” che sarebbe più corretto tradurre come “iperpressivi”, si tratta cioè di esercizi che aumentano la pressione addominale verso l’interno sfruttando cicli alternati di respirazione/apnea.

Maggiori e più specifici approfondimenti sul tema sono parte del programma di formazione dei Corsi di Istruttore di Fitness, sia per le discipline di Posturale, Pilates e Yoga che di Allenamento Funzionale e Sala Pesi e di  Istruttore di Fitness Musicale[in evidenza]. Per maggiori informazioni scrivici, info@cromogymclub.it.

articolo del Dr. Adelfio Liviani – per maggiori info visita il sito www.cromogymclub.it

WhatsApp Chatta con noi su Whatsapp